+ Novembre_2021

Riorganizzazione del Complesso Ospedaliero Mater Salutis di Legnago (Verona)

Azienda ULSS 9 Scaligera

Ai sensi dell’Art.64 del D.Lgs. 50/2016 lo Studio Striolo, Fochesato & Partners si è aggiudicato la redazione del Masterplan per la riorganizzazione del Complesso Ospedaliero di Legnago (VR).

Il progetto dovrà prevedere il recupero di una parte delle strutture esistenti e la realizzazione di nuovi volumi, dove saranno allocati il blocco delle emergenze e le degenze per 359 nuovi posti letto. Verranno ricollocate inoltre quelle funzioni, attualmente presenti negli edifici esistenti, che necessitano di nuovi spazi più funzionali.

La redazione del Masterplan fornirà l’orientamento in merito allo sviluppo dei nuovi volumi edilizi, dei percorsi interni ed esterni e al dimensionamento degli standard strutturali. Il Masterplan quindi consentirà di prevedere gli interventi futuri secondo un disegno complessivo programmato per fasi, in funzione degli impegni economici e dell’organizzazione della struttura ospedaliera, la cui attività non dovrà subire alcuna interruzione.

+ Ottobre_2021

Riqualificazione di Piazzale Serenissima
Piove di Sacco (Padova)

SF+P si è aggiudicata la progettazione per la riqualificazione urbana di Piazzale Serenissima a Piove di Sacco.

Il Piazzale si inserisce all’interno del quadrilatero di impianto storico della città. La sua valorizzazione come piazza e luogo a fruizione pubblica dovrà tenere conto di alcuni aspetti importanti, ovvero il mantenimento del ruolo di area per la sosta dei veicoli e una sua parziale pedonalizzazione. L’area manterrà una certa flessibilità in quanto dovrà tener conto della consolidata vocazione ad ospitare il mercato settimanale, tradizionalmente ospitato in questo spazio ed eventi di aggregazione sociale, come il luna park annuale e le fiere di paese.

Lo spazio dovrà essere ripensato e ricostruito con nuovi percorsi viari di accesso e una nuova pavimentazione. Questa sarà l’occasione per razionalizzare la rete delle acque meteoriche e tutti i sottoservizi. L’intervento seguirà criteri aderenti a principi di sostenibilità ambientale, sicurezza, manutenibilità e durabilità di materiali e componenti.

+ Luglio_2021

Nuovo Padiglione di Pediatria
Ospedale di Padova

E’ stato validato il progetto esecutivo della Nuova Pediatria dell’Ospedale di Padova. L’edificio sorgerà all’interno del Complesso giustinianeo, sul sedime dell’ex Pneumologia. 

Si presenterà come un un volume compatto, otto piani fuori terra, un livello impiantistico posto in copertura e un corpo verso nord che ospiterà gli impianti elettrici e meccanici oltre che collegare il nuovo padiglione con l’attuale Divisione Ostetrica.

Il progetto definitivo prevede 4 sale operatorie, 1 sala operatoria ibrida, 1 sala operatoria angiografica emodinamica, 155 posti letto in degenza (Chirurgia, Cardiochirurgia e Cardiologia pediatrica, Gastroenterologia, Oncoematologia, Trapianti e Dialisi, Pediatria specialistica e d’urgenza, Terapia intensiva), 5 postazioni di Dialisi, 8 postazioni in Osservazione Breve Intensiva, Pronto Soccorso e Radiologia.

Dal punto di vista distributivo l’edificio verrà organizzato secondo lo schema del corpo quintuplo che prevede, sui fronti nord e sud, il collocamento delle stanze di degenza e degli ambienti che richiedono i requisiti aero-illuminanti, una spina centrale dedicata agli impianti di risalita, ai servizi e ai locali per piccoli trattamenti medici e due ampi corridoi di collegamento e distribuzione.

Particolare attenzione verrà posta al comfort abitativo e distributivo nelle stanze di degenza e alla eliminazione di qualsiasi barriera architettonica all’interno del complesso.

+ Giugno_2021

Ospedale S.Maria della Misericordia
Rovigo

Il raggruppamento composto da Pool Engineering srl (capogruppo), Striolo, Fochesato & Partners, Manens-Tifs spa, Ing. Silvio Cavallucci e il Geologo Emanuele Quota si è aggiudicato la gara per l’importo di circa €.25.000.000 per il progetto di fattibilità tecnico economica, progettazione definitiva e il coordinamento della sicurezza in progettazione dei lavori di miglioramento sismico e adeguamento antincendio dell’Ospedale di Rovigo.

+ Maggio_2021

Ristrutturazione del Padiglione Putti
Ospedale di Cortina d’Ampezzo
Belluno

L’INAIL ha approvato il finanziamento per la ristrutturazione del Padiglione Putti di Cortina, che completerà l’offerta sanitaria della nota località turistica ampezzana.
Il Codivilla ospiterà i pazienti acuti mentre il Padiglione Putti ospiterà i post acuti e la riabilitazione.
A breve inizierà la progettazione esecutiva del fabbricato denominato “Putti” e si prevede che per l’inizio del 2022 verranno avviati i lavori di ristrutturazione ed ampliamento.

Il Codivilla Putti
Il Codivilla cominciò la sua attività nel 1923 come Istituto Elioterapico per la cura della tubercolosi ossea per pazienti provenienti dagli Istituti Ortopedici Rizzoli di Bologna, all’epoca proprietari della struttura.
Gli iniziali 100 posti letto si rivelarono presto insufficienti e fra il 1936 e il 1939 l’Istituto Rizzoli fece costruire un nuovo padiglione verso la montagna con circa 150 letti, dedicato al medico Vittorio Putti (1880-1940), allievo e successore di Alessandro Codivilla alla direzione del Rizzoli di Bologna.
Durante la seconda guerra mondiale l’ospedale venne requisito prima dall’esercito tedesco e poi da quello inglese che lo utilizzarono per la cura dei soldati feriti. 
Negli anni ’50, con il boom economico, la climatoterapia e l’elioterapia per il trattamento della tubercolosi vennero lentamente soppiantate dall’introduzione degli antibiotici e l’ospedale modificò la sua vocazione nella cura degli infortuni sportivi. In occasione delle Olimpiadi del 1956 l’ospedale fu ampliato dotandosi di servizi per la traumatologia sportiva che furono implementati poi con la riabilitazione cardiologica e pneumologica.
Con la riforma del Sistema Sanitario Nazionale degli anni ’80 il Codivilla Putti passò alla ULSS 1 Dolomiti che ha recentemente bandito un concorso per l’affidamento ventennale della struttura ad una società privata che si occuperà della sua gestione a fini sanitari.

+ Dicembre_2020

Bando Arcuri_Emergenza Covid 19
(D.L. 19 34/2020, convertito con modificazioni dall’articolo 1 L.N 77/2020)

Caserta
Napoli
Reggio Emilia

Con la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 confermata dall’Art. 2 del ‘Decreto Rilancio’ è stato dichiarato, sul territorio nazionale, lo stato di emergenza relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza dell’epidemia COVID-19. Per contrastare l’urgenza è stato pianificato un percorso di adeguamento delle strutture sanitarie nazionali.

Lo Studio SF+P ha vinto i bandi relativi ai lotti di Caserta, Napoli e Reggio Emilia, per interventi di potenziamento delle terapie intensive e sub intensive, adeguamento e razionalizzazione delle aree di emergenza.

A Caserta lo Studio SF+P interverrà presso gli Ospedali di Aversa, Piedimonte Matese, Santa Maria Capua Vetere, Maddaloni, Sessa Aurunca e Marcianise. Nell’area di Napoli si interverrà presso l’Ospedale di Castellammare di Stabia mentre nella Provincia di Reggio Emilia presso Montecchio e Scandiano.

Striolo Fochesato & Partners | Informazioni legali & Privacy | P.IVA 03978720286